Settimana 15 | Io e il mio bambino

12 novembre 2015

Settimana 15

Come cresce il tuo bambino

15a

Intorno alla 15ª settimana è del tutto formato: le palpebre sono chiuse completamente e le dita di mani e piedi sono delineate. Adesso la placenta acquisisce la sua forma definitiva, simile a quella di un disco.(*)

Sapevi che…

A partire dalla 15ª settimana i movimenti del feto si fanno più specializzati e il piccolo comincia a muovere gli arti in modo simmetrico, una sorta di allenamento in vista della futura capacità di locomozione.

Cosa ti succede

Nel secondo trimestre di gravidanza è facile che la stanchezza e la debolezza tipiche dei primi mesi scompaiano completamente. L’organismo si è ormai abituato alla nuova condizione e spesso questo è il periodo più gradevole dell’attesa. Ti sentirai forte, rilassata, piena di energia. E anche il sonno si regolarizza. La pancia, anche se già visibile, non è ancora ingombrante. Il tuo cuore pompa circa il 20% di sangue in più rispetto a quanto accadeva prima dell’attesa, per consentire al piccolo di ossigenarsi.

E’ ora di…

15b

Passato lo scoglio dei primi tre mesi, il desiderio sessuale quasi sempre torna a farsi sentire. Molte donne si sentono più belle, anche fisicamente: il seno è rigoglioso, la pelle morbida e i capelli fluenti. Chi vive l’attesa come se avesse raggiunto il culmine della femminilità prova una grande energia vitale, che porta a esibire il pancione, a sentirsi importanti, quasi onnipotenti per la propria capacità creativa. C’è un po’ di sano narcisismo in questo comportamento e se la donna riesce a dare ascolto e ad assecondare la sua libido, la sessualità può essere molto appagante.

Guarda il video: Il sesso in gravidanza – E’ proprio vero che?

Per il papà

Adesso è importante che anche il compagno continui a manifestare il suo desiderio, a considerare la partner una donna attraente come e più di prima. Questo infonde un grande senso di sicurezza e rinsalda la coppia, soprattutto in vista del “dopo”, quando trovare momenti di intimità sarà più difficile. In questa fase, se esistono resistenze ad avere rapporti, sono soprattutto di tipo psicologico.