Settimana del Pianeta Terra: 100 “Geoeventi” per tutta la famiglia

25 settembre 2019

Settimana del Pianeta Terra: 100 “Geoeventi” per tutta la famiglia

Per scoprire la bellezza del nostro territorio e imparare ad amare e rispettare davvero l'ambiente

Settimana del Pianeta Terra: 100 “Geoeventi” per tutta la famiglia

Conoscere meglio il luogo in cui viviamo, il nostro Pianeta, attraverso la scoperta del patrimonio geologico e paesaggistico. Luoghi incantevoli e straordinari che lasceranno a bocca aperta adulti e bambini. È questo lo scopo della Settimana del Pianeta Terra, il festival nazionale di divulgazione scientifica delle Geoscienze, giunto alla sua settima edizione. Dal 13 al 20 ottobre saranno più di 100 le iniziative su tutto il territorio, quasi tutte gratuite. Pensate per soddisfare esigenze diverse, con un unico obbiettivo: diffondere il rispetto per l’ambiente, la cura per il territorio e la consapevolezza. Che è il primo passo per portare davvero un cambiamento.

Tante proposte per tutti i gusti

Escursioni nella natura, passeggiate nei borghi più belli, centri di ricerca normalmente inaccessibili. E poi nei musei, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi. Attività musicali e artistiche, degustazioni, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde… Non c’è che da scegliere tra le svariate proposte della Settimana del Pianeta Terra. Ce n’è davvero per tutti i gusti. Un’occasione unica per andare alla scoperta di nuovi territori oppure per conoscere meglio quelli vicino a casa. Per partecipare, basta consultare il sito www.settimanaterra.org/ per trovare informazioni, aggiornamenti sul programma e istruzioni per iscriversi.

Settimana del Pianeta Terra: e tu, di che Geoevento sei?

Ecco una selezione di 10 proposte che possono valere un weekend fuori porta per vivere una grande avventura in famiglia.

Domenica 13 ottobre: a spasso vicino a casa di “Nessie”, antenato del Mostro di Loch Ness
Escursione organizzata dal Museo di Storia Naturale Gagliole – Fondazione Oppelide nella Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino. Nel vicino Museo di Storia Naturale, si può ammirare lo scheletro fossile lungo 5 metri di un rarissimo plesiosauro rinvenuto negli USA.

Dal 14 al 20 ottobre: viaggio tra sismi e Mammuthus, finendo con Lego Adventure
Presso il Palazzo del Podestà di Arezzo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia organizza una mostra sui terremoti. Al Museo Paleontologico di Montevarchi, sarà possibile scoprire i 2600 reperti di fossili animali, tra cui l’Elephas meridionalis, proboscidato di oltre 4 metri e 200 quintali, e il cranio del Macharoidus meganteron, la “tigre dai denti a sciabola”. Il 20 ottobre, poi, una “Lego Adventure” per bambini e ragazzi.

Domenica 13 e domenica 20 ottobre: la passione del magistrato per gli insetti
Dalla passione del giudice ed entomologo di fama mondiale Vittorio Aliquò, è nata la “Mostra Insecta”, una delle più importanti collezioni della Sicilia e del panorama nazionale dedicate agli insetti, con oltre 7000 esemplari!

Dal 14 al 20 ottobre: nel ventre della terra a Toirano
Scendere a 50 metri di profondità per entrare nel cimitero per orsi delle caverne più grande d’Europa, tra impronte di zampe, graffi di artigli e resti degli animali che qui andavano in letargo. Ma anche testimonianze dell’uomo preistorico (12.000 anni fa circa): impronte di piedi, mani e ginocchia e la suggestiva “sala dei misteri”…

20 ottobre: esplorare l’antico mare che ricopriva l’Umbria
L’Umbria è “il cuore verde d’Italia”. Ma un milione di anni fa era un mare che, intorno ad Allerona, uno dei Borghi più belli d’Italia, ha lasciato numerose tracce. Da scoprire visitando il Museo dei Cicli geologici che, oltre ai resti di cetacei, squali, granchi, pesci e molluschi, custodisce l’unico esempio al mondo di ambra grigia fossile.

di Giada Salonia

Commenti