apri modal-popupadv apri modal-popupadv

09 novembre 2018

Proteggi la sua salute con il tuo amore

Proteggi la sua salute con il tuo amore

Vaccinare il proprio bambino è un atto di responsabilità, verso il bimbo stesso e verso la società. Maggiore è il numero dei piccoli non vaccinati, maggiore è il rischio di diffusione delle malattie. Al contrario, quando le persone vaccinate superano una certa percentuale, tutti possono beneficiare di quella che viene definita immunità di gregge: i germi hanno maggiore difficoltà a diffondersi e anche quei pochi che non sono vaccinati sono indirettamente protetti.

12 mesi fondamentali per fare prevenzione 

 
Il primo anno di vita è strategico per vaccinare il piccolo da alcune delle più importanti malattie prevenibili. Alla nascita, nel momento in cui si richiede l’assistenza del Pediatra del SSN, il nominativo del piccolo viene trasmesso al Servizio di Vaccinazione locale, che contatta poi la famiglia per prendere un primo appuntamento durante il quale verranno poi fissati quelli successivi. Tra le biotecnologie  disponibili, i vaccini sono tra le più sicure perché vengono sperimentati e testati prima, durante e dopo la loro introduzione nella pratica clinica. Possono causare effetti indesiderati, per lo più transitori, come tutti i farmaci. E hanno salvato milioni di vite in tutte il mondo.

Appuntamenti da segnare in agenda e non mancare

 
Il Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale 2017/2019 prevede una serie di appuntamenti suddivisi tra vaccini obbligatori (in base alla Legge 119/2017) e raccomandati. Tra questi, anche i vaccini contro la meningite, che negli ultimi anni ha fatto spesso parlare di sé. Si tratta di un’infezione severa della membrana che riveste il cervello e il midollo spinale. Può essere causata da diversi tipi di batteri  meningococcici e potenzialmente colpisce a tutte le età. Per i soggetti a maggior rischio di infezione, come i bambini piccoli, gli adolescenti e i soggetti con sistema immunitario compromesso, sono particolarmente raccomandati e offerti gratuitamente. Nel dettaglio:

  • anti-meningococco B gratis nel 1° anno di vita. Sono previste 3 dosi, al 3°, 4° e 6° mese e 1 richiamo al 13° mese;
  • anti-meningococco C gratuito per i bambini che hanno già compiuto 1 anno. E’ prevista una dose singola tra il 13° ed il 15° mese;
  • vaccino coniugato tetravalente, contro il meningococco A, C, W, Y, offerto (seppur con diverse peculiarità regionali) gratuitamente agli adolescenti: sia come richiamo per chi è già stato vaccinato contro il meningococco C, sia per chi non è mai stato vaccinato.

 

*Sulla testata IO E IL MIO BAMBINO con copertina Novembre 2018 è stato pubblicato il medesimo articolo con un errore di dosaggio.
Confermiamo che l’anti-meningococco C è gratuito per i bambini che hanno già compiuto 1 anno ed è prevista una dose singola tra il 13° ed il 15° mese.