apri modal-popupadv apri modal-popupadv

16 agosto 2018

Omega 3: perché sono così importanti?

Omega 3: perché sono così importanti?

Un’alimentazione sana e completa prevede l’assunzione di tutti quegli elementi indispensabili alla costruzione dell’organismo. Vale per gli adulti, ma ancora di più ovviamente per i bambini, che nei primi mesi di vita devono porre le basi per la propria crescita. Ad aiutarli in questo processo importantissimo sono elementi come le vitamine, i sali minerali, gli oligoelementi, le proteine, i carboidrati e i grassi. Anche i grassi, visto che ne esistono di “ buoni”, che giovano anzichè creare problemi. Tra i più importanti figurano gli Omega 3, grassi polinsaturi che nel caso degli adulti proteggono dalla possibile insorgenza di malattie cardiovascolari, incidono sulla fluidità del sangue, sull’elasticità delle cellule e abbassano il colesterolo “cattivo”. Per i bambini, poi, hanno anche il pregio di favorire lo sviluppo delle cellule cerebrali e nervose.

Bere è fondamentale!Qualche proposta per i mesi estivi!

La scelta della dieta è fondamentale

L’unico problema degli Omega 3 è che non possono essere sintetizzati dall’organismo, ma devono essere assunti solo attraverso l’alimentazione. Per questo è essenziale ragionare con attenzione su come nutriamo il nostro piccolo. Dopo il primo svezzamento, infatti, i bambini si avvicinano gradualmente a cibi più solidi, che vanno masticati e deglutiti. In genere, tra il quarto ed il sesto mese, a seconda del livello di  crescita del bambino, il latte potrebbe cominciare a non risultare più sufficiente come fonte di alimentazione esclusiva. Il bimbo ha fretta di crescere e i nutrizionisti raccomandano di iniziare ad ampliare la sua dieta con pasti a base di verdura, patate e carne. Proprio in questi “manicaretti” si possono trovare gli Omega 3 che gli permettono di collocare mattoncini fondamentali per la costruzione del suo organismo. Tra gli alimenti ricchi di Omega 3 figura il pesce, di diverso genere, ma ci sono anche alimenti vegetali che sono preziosi in questo senso. Si va dall’olio di semi di lino, che è in assoluto la fonte vegetale più ricca di Omega 3, alla frutta secca, come noci, nocciole, mandorle. Nell’ambito delle verdure spinaci, broccoli, lattuga e cavolo verde, che sono anche fonti fondamentali di vitamine e di minerali, contengono una percentuale di Omega 3. E poi i legumi, come fagioli, piselli, lenticchie, ceci e, soprattutto, la soia e i suoi derivati. Insomma basta integrare questi alimenti e il gioco è fatto.

Non solo per chi ha fretta: pappe pronte HiPP

pappa-pronta-hippMa spesso non è semplice per una mamma, presa tra lavoro e famiglia, ragionare sulle quantità di elementi presenti in una verdura o in un cereale e poi scegliere i cibi più adatti. Un alleato importante in questo caso sono le pappe pronte della HiPP, che sono appositamente sviluppate per offrire pasti sani, biologici e vari, ideali anche fuori casa. Arricchite da piccoli pezzettini di carne, di pasta o di riso, sono prodotte con ingredienti della migliore qualità biologica e ricche di acidi grassi Omega 3. Come se l’azienda leader nell’alimentazione per l’infanzia, volesse corrispondere in toto alle richieste dell’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, secondo la quale assumere con regolarità queste sostanze ha molteplici benefici: un effetto antiaritmico perché stabilizza il ritmo cardiaco, un’azione antinfiammatoria e un aiuto per migliorare le funzioni cognitive.

Per farne un pieno si può dunque affidarsi all’esperienza di HiPP, scegliendo magari le pappe pronte con il pesce come il salmone, che contiene molti acidi grassi Omega 3. L’azienda offre in realtà diverse opzioni a base di pesce, che secondo gli esperti di nutrizione deve rientrare nella dieta dei bimbi almeno due volte la settimana, fin da quando sono piccolissimi.

Commenti