Attenzione, però, agli inquinanti | Io e il mio bambino

18 aprile 2016

Frutta e verdura: se le conosci, le apprezzi

2 di 7

Attenzione, però, agli inquinanti

Attenzione, però, agli inquinanti

“Gli orti domestici presentano vantaggi, ma anche qualche svantaggio”, avverte Ciro Vestita, dietologo e fitoterapeuta. “Coltivare alcuni ortaggi – come le insalate – in un ambiente sicuro come quello domestico, privo di pesticidi, può essere molto utile, ma attenzione ad alcuni dettagli”. Due i rischi legati al fai da te: “Se il terrazzo si affaccia su una strada inquinata, meglio non piantumare ortaggi. Ed è importante la scelta del terriccio, che deve essere di buona qualità, privo cioè di metalli pesanti, pericolosi per le coltivazioni a scopo alimentare”. Fatte queste premesse, si prestano bene alla produzione in piccoli ambienti insalate e radicchi che, una volta colti, ricrescono facilmente. “Anche i pomodori ciliegini hanno una buona resa: una pianta ben esposta al sole ne produce anche 50. Con 10 vasi, siamo a posto per un’estate intera”. È invece poco verosimile pensare di coltivare in spazi limitati spinaci, bietole, zucchine o cavolfiori. I trucchi per ottimizzare la produzione? “Innaffiare spesso le piante e assicurare loro un’aerazione sufficiente, per evitare il rischio muffe”.

Commenti