Al naturale o col trucco c’è più gusto | Io e il mio bambino

18 aprile 2016

Frutta e verdura: se le conosci, le apprezzi

4 di 7

Al naturale o col trucco c’è più gusto

Al naturale o col trucco c’è più gusto

I piccoli coinvolti nell’acquisto si abituano ad avere dimestichezza con il prodotto non ancora elaborato. “Si possono invogliare i bambini ad assaggiare vegetali, come carote o finocchi, che crudi hanno un sapore molto diverso e che magari apprezzeranno di più”, spiega Marco Bianchi. Un buon escamotage per mascherare la frutta è poi rappresentato dai frullati: banane, pesche, albicocche e, ancora di più, fragole diventano molto appetibili se affogate nel latte dentro un frullatore. “Ho osservato che così i bambini si appassionano alla frutta, con grande sorpresa dei genitori”, racconta lo chef. “Consiglio sempre di privilegiare quella di stagione”. Ma un aiuto per sradicare le abitudini alimentari sbagliate può arrivare anche da cibi meno conosciuti, come i cereali alternativi. “Farro, quinoa e miglio sono ottimi alleati a tavola, perché molto proteici, ricchi di sali minerali e grassi insaturi. Passati nel mixer, poi, diventano malleabili: si possono preparare polpettine, nascondendo al loro interno verdure frullate”. Così, zucche, puree di broccoli e persino cipolle possono trovare un contenitore appetibile e gustoso. “Un’altra componente da non dimenticare nell’alimentazione dei bambini è costituita dai legumi: educhiamoli a mangiarli da subito, in modo da abituare il loro organismo a digerirli senza gonfiori addominali. Oppure, passiamoli: così perdono le cuticole e non creano problemi di questo tipo”.

Commenti