apri modal-popupadv apri modal-popupadv

03 dicembre 2018

Il contatto rasserena: i benefici di una coccola

Il contatto rasserena: i benefici di una coccola

Per i neonati è fondamentale essere presi in braccio, stretti al petto e accarezzati per loro significa moltissimo, a livello fisico, ma anche a livello emotivo. Serve a creare dei legami e a sviluppare relazioni. I piccoli sono rassicurati dalla vicinanza dei genitori, per via del calore e del loro odore, che finiscono per riconoscere. Ma il contatto è un beneficio anche sotto altri punti di vista.

I vantaggi di un unico gesto

Le conseguenze positive del contatto e del massaggio, che si possono individuare analizzando le ricerche di psicologi e pedagogisti, sono almeno cinque. Anzitutto, secondo uno studio realizzato in America, la stimolazione fisica compiuta dai genitori con le carezze aiuta i bambini a raggiungere un peso ottimale unitamente a risultati migliori nei test relativi allo sviluppo fisico e cerebrale. In secondo luogo, tanto per i piccoli quanto per i ragazzini, i trattamenti fisici che prevedono il massaggio risultano efficaci per ridurre l’ansia e trasformare il periodo del sonno notturno in un momento di riposo autentico anzichè in una catena di risvegli, addormentamenti e pianti. In generale, abbracci, coccole e piccoli contatti sono utilizzati dai genitori quando si tratta di calmare e rilassare il bambino agitato o spaventato e anche quando è necessario tenerlo focalizzato su qualcosa e farlo concentrare su di essa.

La mani servono a comunicare

Insomma, attraverso l’uso del corpo e delle mani si comunica in modo costante ed efficace. E’ quasi come se tra genitori e piccolo venisse a svilupparsi un codice “privato” che permette di capirsi semplicemente sfiorandosi. A dimostrarlo sono una serie di esperimenti condotti dai ricercatori Roggman e Woodson, in base ai quali il contatto della madre rende più immediata ed efficace l’attenzione del piccolo durante l’interazione faccia a faccia. Infine, Stack e Muir, altri due specialisti, hanno messo in evidenza come i neonati sorridano di più e facciano meno smorfie se vengono carezzati.

Un consiglio per notti serene

Per queste coccole che aiutano a crescere si può usare BabyRub, un unguento cosmetico lanciato dalla Divisione Vicks e dedicato ai piccoli dai sei mesi in su.

babyrub_ingredienti

A base di estratti di aloe vera, essenze di rosmarino e lavanda e senza tracce di canfora, viene utilizzato per massaggiare delicatamente il petto e la pancia del bebè. Aiuta a calmare e rilassare e risulta ideale per la routine serale. Inoltre il suo profumo ha un effetto piacevole e calmante sui piccoli ed è studiato per loro, mentre spesso altri prodotti inalanti non sono adatti ai neonati.

Una carezza con BabyRub, dunque, può diventare l’abitudine per assicurare al piccolino – e di conseguenza ai suoi genitori – una notte serena e piacevole.

Commenti