Il latte d’asina va bene se il bimbo è allergico al latte vaccino | Io e il mio bambino
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

05 ottobre 2018

Gravidanza, parto, allattamento e svezzamento: 10 bufale da sfatare

4 di 11

Il latte d’asina va bene se il bimbo è allergico al latte vaccino

Il latte d’asina va bene se il bimbo è allergico al latte vaccino

L’allergia alle proteine del latte vaccino (APLV) si manifesta principalmente nell’infanzia e si interviene eliminandole totalmente dalla dieta. “La prima scelta per il trattamento dovrebbero essere le formule a base di idrolisati estensivi (eHF), anche se negli ultimi anni c’è stato un certo interesse verso latti di altre specie mammifere, tra cui quello d’asina, soprattutto per il basso costo e il gusto gradevole”, precisa l’esperto. “È stato però dimostrato che il latte di capra e quello di pecora hanno un elevato rischio di cross-reattività, cioè di una risposta immunitaria dell’organismo diretta contro molecole allergeniche simili, e che, da un punto di vista strettamente nutrizionale, il latte di capra è carente di alcuni fattori essenziali, come acido folico e vitamina B12”. Il latte d’asina è più simile a quello umano: ben tollerato perché con un contenuto proteico di poco superiore e ha un gusto piacevole grazie alla presenza di lattosio. Lo scarso contenuto lipidico e il basso valore energetico lo rendono però inadeguato alle esigenze nutrizionali del primo anno di vita.

Commenti