Bagnetto delicato con ingredienti naturali
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

07 dicembre 2018

Il bagnetto diventa un piacere. Anche per mamma e papà

Il bagnetto diventa un piacere. Anche per mamma e papà

Sin dai primi giorni i bambini amano il bagnetto, probabilmente anche perché li riporta allo stato di benessere provato quando galleggiavano nel liquido amniotico all’interno del ventre della madre. Con il tempo scoprono poi il piacere del calore dell’acqua, la sicurezza che deriva dal tocco delicato di chi li deterge, la piacevolezza del profumo che sale dall’acqua perché si usano prodotti con aromi gradevoli. Per i piccoli il bagnetto è una gioia, ma in realtà questo momento della giornata dovrebbe essere meraviglioso anche per gli adulti. Contro la frenesia della vita moderna e le corse continue di madri e padri acrobati, il momento del bagnetto serale potrebbe diventare infatti l’occasione d’oro per creare intimità e serenità, quasi un modo per rendere la famiglia più unita. Perché se da un lato è vero che si può considerare il lavaggio del piccolo solo come una pratica da completare velocemente e con efficienza, dall’altro è possibile trasformare questa fase della giornata in un tempo di vicinanza, spirituale oltre che fisica, per i diversi componenti della famiglia.

Poche mosse e la prospettiva cambia

Per passare dall’ansia del bagnetto da fare al desiderio di viverlo con il piccolo, bisogna tenere conto di alcune regole fondamentali. Anzitutto bisogna creare un luogo ideale per il rilassamento, con una temperatura non eccessiva ma comunque calda, con una luce non troppo intensa, magari anche con una musica dolce in sottofondo, di cui beneficiano bimbo e adulti. Anche l’atteggiamento di mamma e papà conta. Anzitutto non devono avere fretta, ma concedersi del tempo e agire con tranquillità. I loro gesti devono essere misurati e non affrettati e mentre completano le varie fasi del bagno devono parlare al piccolo con un tono affettuoso, spiegando cosa fanno e sorridendo. Con questa disposizione d’animo, ogni gesto diventerà una coccola più che un’azione destinata all’igiene. Terminate le abluzioni, il bimbo va appoggiato su una salvietta morbida e magari un po’ calda e asciugato con delicatezza, tamponando la pelle, specie nelle zone più delicate, come le giunture di braccia e gambe o le dita di mani e piedi. Una volta asciutto, si può pensare di massaggiare il piccolo con un olio profumato o di passare sulla sua pelle un talco o una crema. L’essenziale è che ogni movimento sia improntato alla dolcezza e alla lentezza, in modo da favorire il rilassamento del bimbo e da prepararlo al sonno. Muovere lentamente le mani, sfiorare la cute del neonato, sorridergli e vederlo ammiccare, però, è anche un metodo efficace per dilatare il tempo degli adulti, che in questa mezz’ora a ritmo ridotto otterranno benefici notevoli per il loro corpo e il loro spirito.

I segreti della Natura per un risultato di benessere

Perché questa routine quotidiana diventi un momento speciale, però, conviene scegliere prodotti adatti, che oltre a rispettare la pelle delicatissima del bambino diffondano un profumo gradevole e rilassante. La Natura in questo senso ha molte risorse da offrire, come ad esempio il profumo del fiordaliso o dei fiori di Tiarè di Tahiti, che hanno effetto rilassante e lenitivo. Anche la calendula può essere un alleato vincente.

Per un bagno di serenità per tutta la famiglia, ad esempio, va benissimo il Bagnetto Delicato Corpo & Capelli di Corine de Farme, arricchito con estratto di calendula, che deterge efficacemente e con delicatezza, rispettando la pelle sensibile e i capelli fragili dei bebè. La pelle risulta idratata e delicatamente profumata.

SARBEC_Bagno-Delicato

Risultati che si ottengono anche con altri prodotti della linea Baby di Corine de Farme.
Creata da Paul Duprez nel 1969, l’azienda francese propone da sempre una gamma di cura e di bellezza per la pelle arricchita con estratti al cento per cento naturali. I quattro ingredienti chiave sono la calendula, emolliente e lenitiva, perfetta per idratare le pelli secche e per calmare quelli più sensibili; la peonia, che ha proprietà lenitive; il fiordaliso, che risulta calmante e rigenerante e i fiori di Tiarè di Tahiti, profumati e delicati, che vengono raccolti in fase di germogliazione e sono utilizzati a massimo il giorno dopo la loro raccolta. Una garanzia di freschezza, per un benessere che persiste e genera serenità per tutta la famiglia.

Commenti