Babywearing, non perdere il Salone nel weekend 11-12 maggio!

06 maggio 2019

Babywearing, non perdere il Salone!

Si terrà a Gonzaga (Mn), nel weekend 11-12 maggio, la prima edizione del “Salone del Babywearing e del bambino”, una fiera dedicata alla consuetudine di portare i bimbi con fasce e marsupi, con un ricco calendario di iniziative per approfondire varie tematiche legate all’accudimento e all’educazione dei piccoli

Babywearing, non perdere il Salone!

Una due giorni intensa, organizzata presso i padiglioni fieristici di Gonzaga, con la partecipazione di numerosi esperti del settore materno-infantile, consulenti e istruttrici del portare, ed espositori giunti anche dall’estero. Per le famiglie un’occasione  per conoscere i benefici del contatto, ma anche per provare diversi supporti (fasce, mei-tai, marsupi) e scoprire quello che meglio risponde alle proprie esigenze. “Il nostro intento è quello di fornire informazioni corrette e aggiornate a chi si avvicina per la prima volta al babywearing e a chi è interessato ad approfondire questa pratica”, spiega Carlotta Casacci, consulente certificata della Scuola del Portare®. “Il Salone sarà un’occasione per toccare con mano le ultime novità e provare di persona tutti i materiali relativi alla pratica del portare”, considera Zuhal Kaykac Messora, consulente del portare certificata e titolare dell’e-commerce Gioia Baby.

Cuore a cuore con mamma e papà

Contatto, vicinanza, rassicurazione. Questi i bisogni fondamentali con cui viene al mondo ogni bambino e che vengono soddisfatti dalla consuetudine di portare i bimbi sul petto, cuore a cuore con mamma e papà. Il bimbo “portato” ritrova il battito del cuore, il profumo e la voce della mamma, che ha imparato a conoscere nei lunghi mesi dell’attesa. Sul suo petto si sente contenuto, avvolto, al sicuro. Questa pratica è molto piacevole anche per la mamma, che ha l’occasione per “ritrovare” il suo piccino, per occuparsi di lui semplicemente tenendolo addosso, rispondendo all’intensa esigenza di contatto dei primi tempi. In fascia o nel marsupio, il bimbo si rilassa, piange meno, si addormenta con facilità. E a livello pratico, il genitore ha la possibilità di occuparsi anche di altro, svolgendo le faccende domestiche o dedicandosi a eventuali fratellini maggiori.

Babywearing: informazioni e dimostrazioni pratiche

Al Salone sarà possibile partecipare a conferenze e dimostrazioni pratiche legate al babywearing, scoprendo poi – grazie ai numerosi stand – i vari supporti presenti sul mercato. Consulenti e istruttrici saranno a disposizione per illustrare i benefici psicofisici del portare e per mostrare come si procede nella pratica, posizionando il bimbo in modo corretto, sul petto, sul fianco o sulla schiena a seconda dell’età e delle tappe di sviluppo. In mostra oltre a fasce, mei-tai e marsupi confezionati in materiali naturali, anche capi di abbigliamento in stile nordico, in cotone organico, ipoallergenico ed ecosostenibile, pannolini lavabili prodotti con tessuti certificati, e giocattoli montessoriani in legno, utili per allenare equilibrio e motricità e stimolare l’attenzione del bambino.

Uno sguardo generale al benessere del bambino

Oltre al babywearing, saranno tanti gli argomenti approfonditi – massaggio infantile, biodanza in fascia, marsupioterapia, educazione – grazie alla partecipazione di numerosi esperti. Tra gli appuntamenti in programma: una conferenza di Ezio Aceti, psicologo fondatore dell’associazione Parvus che da anni si occupa di terapie infantili e supporto alle famiglie; un incontro condotto da Giorgia Cozza, autrice di “Bebè a costo zero” e di numerosi saggi per genitori, che parlerà dei veri bisogni del bambino e della possibilità di fare meglio con meno per tanti aspetti legati agli acquisti e all’accudimento del bebè.

Allattamento, ordine e nanna

L’incontro che si svolgerà con Consuelo Puxeddu, ostetrica, referente del gruppo Pronto Mamy in Valle d’Aosta, autrice di “Lina. Storia di una goccia di latte”, offrirà l’occasione per parlare dell’importanza dell’allattamento. Mentre Simona Bergami, professional organizer certificata APOI, esperta di riorganizzazione e riordino nell’ambito domestico e lavorativo, spiegherà come insegnare l’ordine ai bambini con semplici strategie, e Simona Amadori consulente della nanna, parlerà del sonno dei più piccoli.

Laboratori ludico-creativi per i bambini

Per i bambini ci sarà la possibilità di partecipare a dei laboratori ludici e creativi condotti da educatori, creativi e professionisti dell’età pediatrica, diversificati per fasce di età. A disposizione dei genitori con bimbi piccini verrà predisposta un’area dove sarà possibile allattare in tutta tranquillità o scaldare il biberon per il pasto del bambino.

Per saperne di più

Il salone sarà aperto sabato, dalle 9 alle 19, e domenica, dalle 10 alle 18. Il costo del biglietto è di 2,50 euro. L’ingresso per i bambini fino a 12 anni è gratuito. Per saperne di più è possibile telefonare al numero 0376.1501312, dal lunedì al venerdì, dalle 11 alle 13, e/o scrivere un’e-mail all’indirizzo fiera@gioiababy.com.
Per consultare il calendario completo degli eventi il riferimento è il sito.

 

di Elisa Torraca

Commenti