apri modal-popupadv apri modal-popupadv

08 ottobre 2018

L’allattamento va vissuto senza ansie. Per il bambino come per la mamma

L’allattamento va vissuto senza ansie. Per il bambino come per la mamma

Allattare un bambino al seno è un grande beneficio per i piccoli. Il latte materno, infatti, è un alimento completo e naturale, che contiene tutto quello di cui il bimbo ha bisogno nei suoi primi mesi di vita. Per questo motivo l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di allattare al seno il neonato per i primi sei mesi e di mantenere il latte materno come alimento principale fino al primo anno di vita e oltre, con l’introduzione graduale di altri alimenti dai 6 mesi in poi. L’allattamento, poi, è anche un’esperienza straordinaria, che consente di creare un legame importante tra madre e piccolo e infonde nel neonato una sensazione di tranquillità e calore.

Quando la mamma deve allontanarsi

Talvolta, però, non si può portare avanti l’allattamento al seno in modo continuo; in queste circostanze, è essenziale non farsi prendere dai sensi di colpa. Non poter allattare sempre al seno il proprio piccolo non significa che non si possa comunque dare il proprio latte. Grazie al tiralatte, infatti,  la mamma non solo può garantire il proprio latte al bambino ma può anche mantenere la sua produzione. Se la mamma non può essere presente, possono dare il latte al bimbo il suo papà oppure i nonni, che sapranno infondere il calore e l’affetto di cui ha bisogno con la loro premura e vicinanza.

Crescita del bambinoCome seguirlo?

Quando il biberon diventa un alleato

L’utilizzo del biberon è accompagnato spesso dal dubbio che possa disabituare il proprio bimbo alla poppata al seno, invece, se viene scelto il prodotto giusto, può diventare un valido alleato. Come? Prima di tutto deve avere una tettarella sviluppata per consentire una suzione il più naturale possibile: è importante che abbia una forma ampia come il seno, che sia morbida e che garantisca un flusso lento del latte. Queste caratteristiche permettono al piccolo di fare lo stesso sforzo della poppata al seno.

L’alternanza seno e biberon                     

Quando si riesce a utilizzare gli strumenti adatti, quindi, l’alternanza tra seno e biberon va considerata non come un allontanamento dal seno ma come una modalità, magari anche solo temporanea, per conciliare le necessità della mamma con l’allattamento. La cosa più importante è che il bambino venga nutrito e si senta amato, in ogni momento e in ogni circostanza. Anche in assenza della mamma il nutrimento può continuare ad essere il latte materno e, per l’aspetto emotivo, può entrare in gioco il papà: il biberon,anzi ,gli offre la possibilità di rafforzare il proprio rapporto con il piccolo.

Natural Feeling

La linea di biberon Natural Feeling è stata studiata per simulare l’allattamento al seno: le tettarelle sono realizzate in silicone ultra-morbido e vellutato, per garantire una sensazione naturale durante la poppata. A beneficio dei neonati, poi, si è studiata un’esclusiva tettarella inclinata che resta sempre piena di latte e permette un attacco e una suzione più  naturali, grazie anche al suo flusso lento. Tutti i biberon di questa linea, infine, sono dotati di doppia valvola anti colica per garantire poppate regolari e la massima protezione da rigurgiti e coliche.

Commenti