apri modal-popupadv apri modal-popupadv

28 settembre 2016

Nidi gratis in Lombardia: per chi?

È la prima volta che in Italia è approvata a livello regionale una delibera che prevede l’azzeramento totale della tariffa del nido per famiglie meno abbienti, a partire dal prossimo settembre

Nidi gratis in Lombardia: per chi?

Ci sono, in Italia e all’estero (fanno scuola la Francia e la Germania), molte misure di supporto alle famiglie e tariffe agevolate per nuclei numerosi o indigenti, ma questa è la prima volta in assoluto che si sperimenta nel nostro Paese un protocollo nuovo: la totale gratuità dell’asilo nido (qui il dettaglio della delibera regionale).

Sono 13.500 le famiglie interessate dalla novità e i criteri per ottenere l’azzeramento totale della retta mensile per bambini tra i 3 mesi e i 3 anni sono molto precisi.

Ecco i requisiti

– Il reddito Isee di famiglia non deve superare i 20mila euro;

– almeno uno dei due genitori deve essere residente in Lombardia da almeno 5 anni;

– entrambi devono lavorare (o seguire corsi di formazione per l’avviamento al lavoro).

La retta di 0 euro riguarda tutti, cittadini italiani e stranieri, e coinvolge gli asili nido dei comuni della Lombardia ma anche di quelli privati convenzionati. Sarà cura degli uffici regionali inviare nei prossimi giorni una lettera informativa alle famiglie che rientrano nei criteri per ottenere questo importante beneficio.

La regione ha investito sul progetto oltre 30 milioni di euro l’anno, che verranno poi versati ai comuni nella percentuale relativa alle famiglie richiedenti sul loro territorio.

 

Da sapere

– Il beneficio è retroattivo: dato che il protocollo d’intesa con i comuni è stato ratificato a fine maggio scorso, alle famiglie interessate saranno rimborsate le rette di maggio e giugno 2016.

– Il consiglio per chi ha i requisiti per ottenere questo importante sconto del 100% della retta è di rivolgersi comunque agli sportelli dei servizi sociali del comune lombardo in cui si risiede.

 

di Francesca Amé

 

Commenti