Ti metto alla prova! | Io e il mio bambino

30 novembre 2011

Ti metto alla prova!

Ti metto alla prova!

Gli esami, per la coppia, non finiscono mai. “È vero, uomini e donne si mettono reciprocamente alla prova”, dice la psicoterapeuta Katia Vignoli, psicologa e psicoterapeuta a Lodi, “e lo fanno istintivamente, per ricevere conferme”. Ci sono però meccanismi che è importante conoscere per evitare di soffrire troppo quando il partner non corrisponde alle nostre aspettative.

Il fatto è che ciascuno si convince che l’altro nutra i suoi stessi desideri e le sue stesse esigenze. E le risposte che si danno e si ricevono, quindi, sono necessariamente incomplete o insufficienti. Rendersi conto di questo è già un primo passo. “E poi, è importante essere consapevoli che l’amore perfetto non esiste. Oggi prevale l’idea di una felicità assoluta. Le donne, soprattutto, tendono a idealizzare il rapporto di coppia. Invece, il punto sta nell’accettare interamente l’altro, difetti compresi, e imparare ad amarlo anche per le sue imperfezioni”, osserva la psicologa Paola Scalari, psicologa e psicoterapeuta dell’Istituto internazionale di psicologia sociale.

Qualche consiglio per mettere da parte l’insicurezza

Tutti noi sentiamo la mancanza del partner se si allontana, se non ha voglia di dialogare, se sta vivendo un periodo di stanchezza, e abbiamo bisogno di conferme. Ma a volte succede che una persona si sente amata solo se riceve continue rassicurazioni.

È una condizione tipicamente femminile non sentirsi “abbastanza” amate, desiderate, considerate, ascoltate. Così, è sufficiente una dimenticanza del partner, una frase affettuosa che non arriva, un complimento sbrigativo, per andare in crisi.

Ci sono poi momenti della vita a due in cui una donna ha più bisogno di sentirsi rassicurata e mette maggiormente alla prova il suo compagno. La maternità è uno di questi.

Cosa si può fare per non eccedere in queste richieste di conferme?

Innanzitutto, occorre rendersi conto che nessuna rassicurazione sarà mai sufficiente perché, quando si chiede troppo, significa che non si è abbastanza sicure di se stesse.

In secondo luogo, bisogna cercare di volersi bene, trovando del tempo per sé. E non pensare di dover per forza esaudire le aspettative dell’altro. Altrimenti i conti non torneranno mai e si avrà sempre la sensazione di essere in passivo.

È molto utile, poi, accettare il fatto che gli uomini vivono l’amore in modo diverso dalle donne. E che proprio in quella differenza bisogna ricercare la qualità della coppia, imparando anche a sopportare meglio eventuali delusioni quando capitano, senza per questo mettere in discussione il proprio valore, proprio come fanno gli uomini.

Ogni donna dovrebbe ricordare che il partner ha bisogno di sentirsi apprezzato e incoraggiato. Solo così potrà dare alla compagna tutta l’amorevole rassicurazione che lei si aspetta. Se lei invece gli dimostra che vuole cambiarlo e migliorarlo, lo critica per le sue decisioni e non gli dà abbastanza fiducia, difficilmente riceverà le conferme che desidera.

Commenti