Come dirglielo? | Io e il mio bambino
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

03 marzo 2017

Come dirglielo?

Come dirglielo?
Salve dottoressa mio figlio di 22 mesi inizia a chiedermi del papà che mi ha abbandonato al sesto mese d gravidanza, a settembre inizierà l'asilo e immagino sarà ancora più evidente questa assenza anche il giorno della festa del papà....come devo comportarmi? Come posso iniziare ad affrontare questo problema?

Cara signora, innanzi tutto è molto presto per dire qualunque cosa. Il principio è di attendere che sia il bambino a fare domande. Tenga presente che ci sono tanti tipi di famiglia e che per il suo bambino la “famiglia”, nel suo significato di luogo del cuore in cui trovare affetto, protezione, ascolto, comprensione, cure è quella in cui vive, composta da voi due ed eventualmente dai nonni. Quando il suo bambino le chiederà: Il mio papà dove è?, gli dovrà rispondere la verità, molto semplicemente. Gli dovrà dire il papà non c’è, è andato via prima che lui nascesse, è andato lontano e non può tornare, ma lui ha una mamma che gli vuole bene come il mondo e poi c’è il nonno e, per esempio, lo zio che lo amano tantissimo. A questo proposito, qualsiasi figura maschile affettuosa può diventare un riferimento importante per il bambino, quando manca il papà. Ben venga, dunque, la presenza del nonno, o di uno zio, o anche di un suo caro amico in occasione degli avvenimenti di rilievo, come le recite o la festa di compleanno,   La vostra realtà – sua e del suo bambino – è questa cara mamma e non può cambiarla, ma ciò non signifca che il suo piccolino non abbia le stesse probabilità degli altri bambini di crescere con un ottimo equilibrio psicoemotivo, grazie all’affetto di cui lei ed eventualmente i nonni e gli zii potete circondarlo. Mi scriva ancora, se lo desidera. Tanti cari saluti.

Commenti