Atteggiamenti | Io e il mio bambino

03 gennaio 2017

Atteggiamenti

Atteggiamenti
le scrivo per avere un parere in merito ad alcuni comportamenti di mia figlia. Ha 22 mesi e da quando aveva un anno frequenta l'asilo nido. L'inserimento è stato normale,con qualche piano dopo i primi giorni,ma il tutto nella norma. Al rientro dalle vacanze estive ha ricominciato l'asilo senza troppi problemi. Ora da circa una settimana piange quando la lascio alle maestre. Mentre le altre volte il pianto durava un paio di giorni e comunque appena le maestre chiudevano la porta già aveva smesso,ora sento che va avanti a piangere anche per alcuni minuti,non so di preciso per quanto tempo perché dopo aver sistemato le sur cose nell'armadietto vado via. È un fenomeno normale e transitorio o devo pensare che ci sia qualcosa che non va?potrebbe non trovare accolto il suo bisogno di conforto?ovviamente le maestre avendo tanti bimbi non possono dedicarle le attenzioni che le riserviamo noi genitori,ma credo che se un bimbo attraversa un periodo di difficoltà debbano comunque darle un conforto,anche solo verbale,cosa che non mi sembra che accada. Inoltre piange quando,una volta alla settimana,la lascio con la nonna,devo pensare che sia troppo legata a me?la setimana scorsa siamo andate a trovare un'amica della nonna e,come sempre in queste situazioni,ci ha messo un po' a "prendere confidenza",all'inizio non voleva neanche togliersi la giacca e se questa signora si avvicinava per darle un bacino lei faceva per darle una sberla.quando invece usciamo con amici della nostra età (circa 30 anni),inizia subito a porgere loro giocattoli ed a relazionarsi con loro.inoltre e molto possessiva nei cinfronti delle sue cose. Per il resto una bimba allegra,chiacchera molto,ha un vocabolario di circa 200 parole,gioca e ride tanto. Ritiene che il suo comportamento sia nella norma o devo "correggere il tiro"in quAlche cosa? Aggiungo,riguardo all'asilo,che quando la vado a prendere è tranquilla e mi corre incontro con il sorriso. La ringrazio anticipatamente per l'attenzione. Saluti

Gentile mamma, può stare tranquilla, tutto quello che descrive è nell’ambito della normalità, a partire dal pianto al momento del distacco quando l’accompagna all’asilo. Le do un consiglio: a casa faccia il gioco del cucù, che in modo semplice e ludico trasmette il messaggio che la mamma può scomparire, ma torna sempre.

Commenti