apri modal-popupadv apri modal-popupadv

21 marzo 2018

Primavera: il tuo risveglio in 7 mosse

Dopo i primi mesi vissuti a stretto contatto con il bebè, approfitta di questo periodo per dare al tuo organismo una sferzata di energia

Primavera: il tuo risveglio in 7 mosse

È arrivata la primavera! Le giornate si allungano, gli ormoni, stimolati dal sole, sono più attivi. Spesso, però, l’arrivo della bella stagione porta con sé stanchezza, irritabilità e spossatezza: l’allungamento del periodo di luce durante la giornata sollecita tutto l’organismo a essere impegnato per più ore secondo i ritmi giorni-notte. Per le neomamme questo passaggio è particolarmente faticoso perché già debilitate dai primi mesi di cura del bambino. A ciò si aggiunge l’arrivo concomitante dell’ora legale, che può lasciare strascichi anche per alcune settimane. Alimentazione, attività fisica e erbe possono aiutare ad affrontare il cambio di stagione.

Regolati così

Ecco i consigli della ginecologa Stefania Piloni, esperta in medicina naturale.

1. Trova il tempo per riposare Non esitare a chiedere aiuto nella cura del bambino: dopo mesi di notti quasi in bianco, un riposino pomeridiano può essere davvero rigenerante.

2. Approfitta delle belle giornate per stare all’aria aperta La luce stimola la produzione di serotonina, l’ormone della serenità e della felicità: godersi i primi tiepidi raggi di sole fa quindi bene all’umore.

3. Muoviti con il tuo bambino Camminare a passo veloce spingendo il passeggino o fare ginnastica al parco con altre mamme ti permetterà di perdere i chili rimasti dalla gravidanza e di godere delle belle giornate.

4. No ai pasti veloci e poco salutari Mangiare sempre le stesse cose, magari piatti pronti o poco salutari, non fa di certo bene: vivi il momento del pranzo, anche se sei a casa da sola, come una coccola per te stessa.

5. Metti la primavera in tavola Frutta e verdura di stagione, maturate al sole, sono ricche di vitamine e minerali e aiutano a depurare l’organismo.

6. Bevi molto Evita le bevande zuccherate, quelle gassate (l’anidride carbonica gonfia lo stomaco aumentando il senso di fame) e quelle per sportivi. Preferisci acqua, centrifugati (per esempio di carota e zenzero, un tonificante naturale), spremute e tisane, bevute anche fredde (ideali quelle energizzanti al rosmarino, anice o salvia).

7. Sfrutta il potere delle erbe Il rosmarino per sentirti piena di energia (ottimo un bagno con l’essenza profumata), la china in granuli, ricca di ferro, contro la stanchezza e il senso di spossatezza, l’equiseto (o coda cavallina) in fiale per combattere la stanchezza muscolare e il kali phosphoricum in granuli per le mamme che necessitano di maggior concentrazione perché già rientrate al lavoro.

 

di Monica Gabrielli

Commenti