apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Perchè il tocco è importante per lo sviluppo del bambino?

Perchè il tocco è importante per lo sviluppo del bambino?

Nei primi mesi di vita il legame tra genitori e bambino si sviluppa attraverso sensazioni fisiche. Contano i profumi e gli odori che circondano il neonato e diventano parte del mondo intorno a lui: hanno un ruolo anche i suoni, soprattutto le voci delle persone che lo accudiscono e, mentre lo cambiano o lo lavano, non smettono di rivolgergli la parola. Anche lo sguardo risulta fondamentale per definire un collegamento che non avrà mai fine. Secondo gli esperti, come Tiffany Field e Ulrike Blume-Peytavi, autrici di due diverse indagini arrivate a risultati vicini, la relazione tra genitori e figlio passa anche attraverso il tatto. Poco importa se si tratta di carezze vere e proprie o solo di piccoli tocchi e leggere pressioni sulla pelle mentre si cambia un pannolino o si spalma una crema. L’essenziale è il contatto fisico tra il piccolo e chi lo accudisce.

 

Una carezza aiuta a crescere meglio
A dare ulteriore conferma dell’importanza del tatto contribuiscono una serie di indagini universitarie che dimostrano come, attraverso il contatto fisico e la stimolazione tattile, i bambini possano ottenere dei benefici. Secondo Martha Pelaz-Noguera, dell’università della Florida, ad esempio, la stimolazione tattile serve per migliorare lo sviluppo ma anche per favorire la crescita a livello motorio, cognitivo e sociale. A suo dire i neonati che vengono coccolati mostrammo un contatto visivo migliori, sorridono, vocalizzano prima. Soprattutto piangono e protestano meno. In fondo una conferma scientifica di un’esperienza che ogni mamma ha fatto, abbracciando e cullando il proprio piccolo nel momento in cui si lamenta e piange. Ma non c’è solo questo aspetto. In un articolo a proposito della salute mentale dei neonati scritto da Rivka Landau, infatti, si sottolinea come i baci, gli abbracci e le carezze aumentino di pari passo con il rafforzamento del legame affettivo. Attraverso un abbraccio o una coccola, insomma, si sviluppano emozioni, ritmi, responsabilità, ma anche significati, sostiene ancora Tiffany Field.

Olio sulla pelle:ecco cosa sapere!

La scelta del contatto ha obiettivi precisi
A livello fisico i bambini non hanno bisogno di molto tempo per decidere chi apprezzano e chi invece non gli va a genio. A dimostrarlo sono ricerche condotte dal professor Macfarlane, secondo le quali già a sei giorni d’età il piccolo sa riconoscere la differenza tra il seno della madre e quello di una qualunque altra donna. Colpa della consistenza, dell’odore, del modo di parlare di chi lo tiene in braccio. A pensarci bene, capita spesso di vedere piccoli pacifici e sereni in braccio alle madri, che si arrabbiano e iniziano a piangere nel momento in cui vengono appoggiati accanto a qualcun’altro. Non si tratta di vizi o tantomeno di capricci. Il mondo del piccolo nelle primissime settimane coincide con un ambiente fisico bene definito, che non va modificato. Per la professoressa Miriam Spinner, ad esempio, una buona interazione fisica tra adulto e piccolo porta a un benessere psicolfisico che migliora anche il sonno dei bambini e riduce il loro stress. Anche il contatto visivo serve allo stesso scopo, come lo sviluppo di vocalizzi, che fanno eco ai primi suoni emessi dal neonato. A fronte di questi elementi positivi risulta chiaro come i bambini debbano essere oggetto delle nostre attenzioni tattili, che si possono trasformare in bagnetti rilassanti con tanto di carezze o in un massaggio che conduce con dolcezza alla fase dell’addormentamento.

 

prodotti-johnsons

Per questi momenti esistono prodotti ideali studiati da Johnson, leader nel settore della cura del bambino. Come ad esempio JOHNSON’S® Baby Olio, idratante ed emolliente, ideale per massaggiare la sua pelle lasciandola naturalmente morbida e luminosa. Oppure JOHNSON’S® Baby Soft Cream, o ancora JOHNSON’S® baby Crema Liquida, ideale per detergere e per idratare la pelle sensibile del bambino. Tutti i prodotti sono formulati per minimizzare i rischi di allergia. Tre scelte diverse accomunate dallo stesso obiettivo: rendere più dolce e piacevole un momento di vicinanza e condivisione che aiuterà il bambino a crescere felice e sicuro.

Le formule di questi prodotti sono state approvate da AIDECO, l’autorevole Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia.