Sicurezza in casa: attenzione agli addobbi - Io e il mio bambino
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Sicurezza in casa: attenzione agli addobbi

Sicurezza in casa: attenzione agli addobbi

Il 70% degli Italiani è consapevole dell’importanza della qualità dei doni natalizi destinati ai bambini: è disposto a spendere un po’ di più per acquistare giocattoli di provenienza sicura e attento a controllare che siano contrassegnati con il marchio CE, che ne garantisce la non pericolosità.

Il dato emerge da una ricerca commissionata in vista del Natale da Underwriters Laboratories, azienda specializzata nella certificazione della sicurezza di prodotti e materiali.

Il risparmio prevale, invece, sulla prudenza quando si tratta di comprare le decorazioni per la casa. Il 65% dei partecipanti all’indagine ha dichiarato di spendere meno di 30 euro per addobbi, alberi e ghirlande luminose. Per il 28% il risparmio è il primo criterio di scelta.

È un errore, dicono gli esperti, perché acquistare addobbi di qualità, realizzati a norma di legge, è importante, soprattutto nelle case dove vive un bambino. Il sito del Corpo dei Vigili del Fuoco offre preziosi consigli per scegliere e allestire in piena sicurezza le decorazioni per le feste.

Punto primo, è indispensabile acquistare solo decorazioni luminose contrassegnate dal marchio CE, provviste di documentazione tecnica e istruzioni di utilizzo in italiano. Da evitare quelle di dubbia provenienza, che spesso si trovano sui banchetti. È necessario, poi, controllare lo stato di conservazione dei fili elettrici delle decorazioni già utilizzate l’anno precedente. Le lucette dell’albero vanno spente quando in casa non c’è nessuno e di notte, quando tutti dormono.

Anche l’albero di Natale, se artificiale, deve essere contrassegnato col marchio CE e realizzato con materiale ignifugo. La base deve essere abbastanza larga da garantirgli stabilità e, nelle case con bimbi, è più sicuro legarlo a un mobile per prevenire cadute.

In presenza di bambini piccoli, meglio privilegiare addobbi infrangibili di stoffa, plastica o legno ed evitare le classiche palline di vetro, che possono cadere, rompersi e ferire i bimbi con i cocci taglienti. Da evitare anche decorazioni di piccole dimensioni, che possono essere ingerite o inalate. Gli addobbi natalizi non sono giocattoli e non sono stati realizzati per essere maneggiati in piena sicurezza da bambini piccoli. Meglio, quindi, appenderli nella parte più alta dell’albero, lontani dalle loro manine.

Infine, non bisogna dimenticare che le foglie della Euphorbia pulcherrima, la stella di Natale che in questo periodo dell’anno rallegra tante case, contengono un lattice che può provocare infiammazione della pelle e delle mucose, soprattutto quelle più delicate dei bambini, ed è tossico se ingerito.

Articolo di Maria Cristina Valsecchi                    

Commenti