apri modal-popupadv apri modal-popupadv

12 giugno 2018

Gastroenterite: zenzero contro il vomito

Le crisi di vomito sono una delle cause principali di ricovero in caso di gastroenterite acuta. Uno studio dimostra l'efficacia dello zenzero nel ridurre il numero e l'intensità degli episodi

Gastroenterite: zenzero contro il vomito

Finora si poteva fare ben poco contro il vomito da gastroenterite acuta. I farmaci esistenti non potrebbero essere utilizzati in età pediatrica, se non off label. Ma una ricerca tutta italiana ha da poco dimostrato che lo zenzero dato ai primi sintomi può essere utile a ridurlo. Senza alcun effetto collaterale, anche per i bambini più piccoli.

Una ricerca italiana

La ricerca è stata presentata a maggio a Ginevra in occasione del meeting annuale dell’ESPGHAN (European Society for Paediatric Gastroenterology Hepatology and Nutrition). “Abbiamo dimostrato per la prima volta che lo zenzero, somministrato per via orale al bambino con gastroenterite acuta è in grado di curare efficacemente il sintomo del vomito”, spiega il professor Roberto Berni Canani, dell’Università di Napoli Federico II. “Molto spesso è questo il primo sintomo che si presenta, responsabile della gran parte dei ricoveri in ospedale e dell’insuccesso della terapia reidratante orale. I probiotici, anch’essi prescritti in caso di gastroenterite acuta, servono a ridurre la durata della diarrea, ma non hanno alcuna influenza sul vomito”.

Ha un effetto immediato

Lo studio randomizzato condotto a Napoli è il primo di questo genere sullo zenzero (ginger, in inglese). Ha coinvolto 141 bambini tra 1 e 10 anni di età, con la collaborazione dei pediatri di libera scelta. Un gruppo ha ricevuto 20 gocce di zenzero subito dopo l’esordio del sintomo vomito, all’altro è stato somministrato solo un placebo. Risultato: la percentuale di soggetti con almeno un altro episodio dopo la prima somministrazione del prodotto era del 20% inferiore rispetto a chi non lo ha preso. Si sono ridotti anche il numero totale di episodi di vomito (256 contro 479) e la percentuale di bambini che hanno mancato almeno un giorno di scuola (51,7% contro l’80,3%). “Il trattamento è stato ben accettato dai piccoli pazienti e non sono stati osservati eventi avversi. Inoltre, nessuno ha avuto bisogno di un ricovero ospedaliero”, precisa Berni Canani. “Per gran parte dei soggetti è bastata una prima dose per bloccare completamente il sintomo. Lo zenzero potrebbe colmare una grande lacuna nel trattamento del vomito in età pediatrica”.

Per evitare il ricovero in ospedale

È ciò che preoccupa più di tutto i genitori. Il vomito da gastroenterite acuta può essere talmente severo da non sapere più cosa fare, fino a rivolgersi all’ospedale. Riuscire a fermarlo a casa permette di riprendere un’adeguata idratazione e di evitare il ricovero. “Esistevano già in commercio integratori alimentari in gocce o bustine a base di estratto di zenzero, ma finora senza alcuna prova di efficacia e sicurezza”, spiega Berni Canani. “In base ai prodotti venduti in Italia e in Europa, ci siamo fatti preparare delle gocce con la concentrazione presente in commercio e ne abbiamo somministrato 10 milligrammi pro dose ogni 8 ore”. Non esiste una dose “pro chilo”, cioè stabilita in base al peso. La stessa quantità può essere quindi somministrata a bambini di età diversa. Ma a partire da quando? “Lo studio ha preso in considerazione bambini dai 12 mesi in su”, dice l’esperto. “Non disponiamo ancora di dati circa l’efficacia nel bambino di età inferiore ai 12 mesi. Altri studi sono attualmente in corso per stabilire con maggior precisione le dosi e le modalità di somministrazioni più efficaci”.

 

di Chiara Sandrucci

Commenti