apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Allevia così il fastidio dell’eruzione dei dentini

Allevia così il fastidio dell’eruzione dei dentini

Di solito, fanno la loro comparsa intorno ai 6 mesi, ma i “ritardi” e gli “anticipi” sono molto frequenti. Stiamo parlando dei dentini da latte, la cui eruzione può causare al bambino qualche piccolo disturbo. Che cosa aspettarsi? E ci sono rimedi per dargli sollievo?

È un fenomeno naturale

“Innanzitutto, è bene ricordare che l’eruzione è un processo assolutamente fisiologico“, osserva Laura Strohmenger, specialista in Odontoiatria presso la Clinica Universitaria dell’Ospedale San Paolo di Milano. “La comparsa dei denti non è un fenomeno doloroso: non comporta lesioni della gengiva, né tanto meno dell’osso. I due tessuti, infatti, formano ‘una strada’ che permette al dentino di spuntare nella posizione corretta. Detto questo, è vero che qualche fastidio ci può essere. Per lo più, si tratta di un aumento della salivazione e della forte esigenza, da parte del piccolo, di masticare e mordere qualcosa. In rari casi, sembra che questo fastidio sia particolarmente elevato. In certe fasi dell’eruzione, talvolta, si manifesta febbre o diarrea, anche se non esiste alcun dato scientifico che correli questi sintomi alla comparsa dei dentini”.

Ci sono denti la cui eruzione può essere più fastidiosa?

“In linea di principio, no”, risponde l’esperta. “Ovviamente, l’eruzione sarà un po’ più ‘complicata’ se il dente è grande, come nel caso dei molari. Come già detto, però, si tratta comunque di un evento assolutamente non traumatico per i tessuti coinvolti. Infatti, allo spuntare del dentino non esce mai sangue”.

I rimedi per dare sollievo al piccolo

“Si possono proporre al bimbo gli appositi strumenti in commercio destinati all’eruzione dei dentini, come gli anelli refrigeranti, sempre che il piccolo li accetti. Anche un massaggio della gengiva con una garzina imbevuta di acqua fredda può essere utile”, suggerisce l’esperta. “Da evitare, invece, l’utilizzo durante questi episodi di sostanze contenenti zucchero, come il miele, per scongiurare il rischio di carie e per non assuefare il piccolo al gusto del dolce, da cui poi difficilmente riusciremo a disabituarlo”. Può servire anche applicare una pomata lenitiva? “Si può provare, controllando però che sia priva di principi farmacologici. Spesso, infatti, si tratta di prodotti per il cavo orale, e non specifici per l’eruzione dei dentini”, avverte Laura Strohmenger. “Per i rimedi omeopatici, infine, conviene farsi consigliare dal proprio pediatra, o dall’omeopata, i prodotti più indicati in base alle necessità specifiche del proprio bambino”.

di Francesca Mascheroni  

Commenti