apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Dito in bocca: è un vizio?

Dito in bocca: è un vizio?

La suzione del dito è un gesto naturale per il bambino, presente in alcuni casi già a partire dalla vita prenatale e spontaneo tanto quanto la ricerca del seno materno a cui, d’istinto, il neonato si attacca per ricevere il nutrimento.. “Il feto che a 5 mesi, nell’utero, succhia il pollice e, insieme, deglutisce si ‘allena’ così per il momento in cui, dopo la nascita, dovrà poppare il latte dal seno della mamma”, spiega Rosalinda Cassibba, professore ordinario di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso l’Università di Bari. “Succhiare è un istinto innato legato allo stimolo della fame, ma anche al bisogno del bambino di riconoscere ed esplorare le diverse parti del proprio corpo, a partire dalla bocca”. Se però tenere il dito in bocca diventa una pratica costante, che si protrae anche fino all’età della scuola dell’infanzia, è bene intervenire. Ecco come regolarsi.

di Elisa Fontana

Commenti