apri modal-popupadv apri modal-popupadv

17 luglio 2018

Come ci si comporta in spiaggia con i bimbi piccoli?

Come ci si comporta in spiaggia con i bimbi piccoli?

Durante l’inverno, quando il cielo è grigio e il freddo pungente, si sognano l’estate, il mare, le spiagge assolate. Ma quando arriva il momento di raggiungerle per le vacanze i neogenitori vengono assaliti dai dubbi. Perché mentre al’interno delle mura domestiche il loro piccolo è al sicuro e protetto, quando si esce le regole cambiano e servono accortezze e cure. La domanda per tutti è una sola: come ci si comporta in spiaggia con i bimbi piccoli?

Il sole è un bene ma anche un pericolo

La prima cosa da considerare è il sole, che per i piccoli può rappresentare un problema. La loro pelle delicatissima, infatti, non va esposta ai raggi diretti, quindi conviene andare in spiaggia la mattina presto oppure la sera tardi. Anche in questi momenti, però conviene sempre stare al riparo di un ombrellone. Soprattutto i bambini sotto l’anno di età, infatti, hanno bisogno dell’ombra per proteggersi dai raggi e dal rischio di scottature. I bambini, poi, vanno protetti con la crema solare, ma converrebbe anche non lasciarli completamente svestiti sotto il sole. Meglio vestirli con indumenti di cotone leggero, preferibilmente chiari, come ad esempio un body. Anche un cappello è fondamentale per proteggere il piccolo sia dai raggi che colpiscono la testa, sia da quelli diretti sul volto. In spiaggia, poi, i piccoli devono indossare il pannolino, mentre i più grandicelli, che magari stanno cominciando ad abituarsi al passaggio al vasino, possono anche stare senza e sperimentare l’idea di regolarsi quando sentono un bisogno urgente, chiedendo ovviamente l’aiuto e la supervisione dei genitori. In questo contesto, certo, servono gli alleati giusti.

In termini di pannolini, ad esempio, si possono provare quelli di The Pee & The Poo comodi da indossare grazie alle fasce elastiche morbide, assicurano un elevato potere assorbente e la massima traspirazione per una pelle asciutta e protetta. A renderli ideali per la spiaggia è anche il fatto che hanno un rivestimento air comfort molto morbido realizzato con tessuto traspirante, che previene le irritazioni. Le fasce speciali che permettono al piccolo di muoversi con facilità, restando anche asciutto a lungo, consentono infine di andare alla scoperta dell’arenile senza nessuna preoccupazione. La gamma prevede cinque differenti formati, dai neonati agli junior, ed è anche divertente per via dei disegni (che danno il nome al prodotto). Ad essere raffigurati sono “The Pee”, un pulcino scrupoloso, sempre pronto a sottolineare i vantaggi dei nuovi pannolini, e “The Poo”, un orso bonario e pragmatico, che invece fa emergere quanto siano favorevoli in termini di risparmio.

salviettine-pee-poo

Una carezza delicata, che elimina i fastidi

Quando poi il bimbo va cambiato o si lamenta perchè la sabbia appiccicata alla pelle lo infastidisce, si può ricorrere anche alle salviettine detergenti, come quelle della linea The Pee & The Poo. Prive di parabeni, adatte alle pelli sensibili, soffici e con un profumo delicato, queste salviettine rappresentano la soluzione per rinfrescare piccoli e genitori sulla spiaggia. Disponibili in confezioni da 20 o da 72 pezzi, esercitano un’azione addolcente e preservano il benessere della cute anche dei più piccoli. Il soffice tessuto a nido d’ape assicura confort e igiene durante il cambio pannolino, mentre l’aroma delicato le rende ideali anche per viso e manine.

inesclusivada

 

Commenti