Coccole benefiche - Io e il mio bambino
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Coccole benefiche

Coccole benefiche

Concedersi qualche momento tutto per sé in un centro benessere regala benefici sia alla mente sia al corpo. Per quanto sia poco il tempo libero a disposizione delle neomamme, varrebbe quindi la pena ritagliarsi un piccolo spazio per un idromassaggio, un bagno turco, un massaggio o, quando possibile, un intero percorso di benessere. Le strutture di questo tipo sono sempre più numerose nelle città, permettendo, quindi, una fuga anche solo di poche ore.

Riattivare la circolazione

L’idromassaggio è particolarmente indicato per le neomamme perché permette di rilassarsi e, allo stesso tempo, di alleviare la sensazione di stanchezza e gonfiore. Mentre ci si riposa in vasca si hanno, infatti, benefici sulla circolazione con un’immediata sensazione di benessere alle gambe, sulla pelle che appare più levigata e sul tono muscolare. “Lo si può abbinare a un linfodrenaggio – una particolare tecnica di massaggio che rilassa, disintossica e decongestiona i tessuti – che ha la funzione di eliminare dal corpo i liquidi in eccesso e le scorie”, suggerisce Salvatore Lo Cunsolo, direttore sanitario delle Terme di Merano, specialista in idrologia medica. Ottima per la circolazione anche l’alternanza caldo/freddo che permette una sorta di ginnastica muscolare e circolatoria: ci sono centri che la propongono con docce a diverse temperature, mentre in alcuni luoghi di montagna, in questa stagione, è offerta con vasche all’aperto o con bagni di neve.

No ai trattamenti intensi

Molti anche i benefici della sauna: “Rinforza l’apparato circolatorio, stimola la circolazione, purifica la pelle e le vie respiratorie, scioglie le contratture muscolari, calma i dolori di arti e articolazioni, purifica dalle tossine, rinforza il sistema immunitario”. Ma non è indicata per tutte: “La tradizionale sauna finlandese può raggiungere una temperatura di 100 gradi. Per questo comporta una notevole perdita di liquidi, sconsigliata soprattutto a chi ha problemi di pressione e alle donne in allattamento, fase nella quale più che mai è necessaria una buona idratazione”, sottolinea Lo Cunsolo. “Alle neomamme consiglio la biosauna, che ha una temperatura massima di 60 gradi e un’umidità maggiore.

Adatto anche il bagno turco, ideale per pulire la pelle, drenare i liquidi in eccesso, riattivare il metabolismo. Per chi allatta è comunque meglio dedicarsi a pratiche meno intense, come l’idromassaggio”.

Prima di concedersi qualche ora in un centro benessere è bene rimanere leggeri (ma non a digiuno), prestando molta attenzione all’idratazione, che va garantita anche durante i trattamenti. “Ogni singola seduta comporta benefici, anche se la costanza offre maggiori vantaggi. Questi trattamenti possono integrare e completare l’attività fisica, che comunque rimane fondamentale per tornare in forma”, chiarisce Lo Cunsolo.

 

Articolo di Monica Gabrielli

Commenti