apri modal-popupadv apri modal-popupadv

7 buoni motivi per portare tuo figlio dall’ortodontista prima dei 6 anni

7 buoni motivi per portare tuo figlio dall’ortodontista prima dei 6 anni

Portare un bambino dall’ortodontista prima dei 6 anni, anche se l’ideale è verso i 3, è un gesto premuroso dei genitori che vogliono dare ai loro figli il supporto necessario durante l’eruzione e la crescita dei denti.

Ogni genitore sa che la comparsa dei dentini è un evento naturale che comporta qualche disagio e avere un punto di riferimento professionale, oltre al pediatra, è di aiuto a tutta la famiglia.

Ecco, allora, 7 buoni motivi per portare il proprio bambino dall’ortodontista:

  1. L’ortodontista è anche dentista e, come tale, si occupa di controllare l’integrità dei denti: che siano sani, privi di carie o di difetti di sviluppo dello smalto.
  1. L’ortodontista controlla che la dieta del bambino sia bilanciata e che la quantità di zuccheri sia sotto controllo insegnando inoltre ai bambini le prime manovre di igiene orale: quale spazzolino utilizzare e di che dimensione, in che modo usare lo spazzolino e quale dentifricio scegliere in base al contenuto di fluoro adeguato a seconda dell’età.
  1. L’ortodontista controlla che il ritmo di crescita dei denti sia nella norma, che i denti abbiano lo spazio necessario e che siano spuntati nella posizione giusta. Verifica che i movimenti della masticazione si stiano sviluppando nel modo giusto: i denti da latte, o denti decidui, sono infatti molto importanti perché aiutano il bambino a masticare i primi cibi solidi, e man mano che spuntano e si dispongono lungo le arcate, danno la possibilità al bambino di mangiare cibi sempre più solidi, perfezionando i movimenti della masticazione e allenando i muscoli coinvolti.
  1. L’ortodontista è un esperto della relazione statica e dinamica che avviene tra i denti: valuta infatti che la fonazione, la deglutizione, la masticazione e la respirazione, siano in linea con il percorso di crescita.
  1. L’ortodontista presta particolare attenzione allo sviluppo delle proporzioni estetiche del viso, alla posizione che assumono le labbra, alla posizione e allo sviluppo di mento, zigomi e naso.
  1. L’ortodontista ha le competenze per intercettare eventuali problemi a carico della masticazione, eventuali disfunzioni che possono alterare la crescita ed intercetta le disarmonie estetiche.
  1. L’ortodontista verifica, inoltre, lo stato di salute e sviluppo dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM).

L’ortodontista vigila con attenzione durante tutta la crescita, visitando periodicamente il bambino più volte all’anno, pronto a intervenire nel caso in cui ci sia bisogno di correggere alcuni aspetti durante la crescita.

Quello che sembra un semplice controllo di “alcuni minuti” è in realtà un accurato monitoraggio dei numerosi aspetti della crescita. L’ortodontista mira a prendersi cura di ogni singolo caso come se fosse l’unico caso, e mette a punto il ritmo dei controlli per ogni singolo bambino. Ogni piano di cura, quando necessario, punta ad ottenere il massimo risultato funzionale ed estetico e ad esaltare la naturale bellezza del bambino.

SCOPRI COME PRENDERTI CURA DEL SORRISO DEL TUO BAMBINO!

Scarica il primo opuscolo gratuito dedicato all’ortodonzia bambini: 46 pagine che spiegano come prenderti cura passo dopo passo della salute orale del tuo bambino, a cura degli Esperti in Ortodonzia Face Xp.

Commenti