apri modal-popupadv apri modal-popupadv

HA IL BRONCOSPASMO EPPURE NON E’ ALLERGICO

HA IL BRONCOSPASMO EPPURE NON E' ALLERGICO
Caro dottore, il mio bambino di quattro anni soffre di broncospasmo. Ogni volta che si ammala, anche di un banale raffreddore, dopo poco gli compare una brutta tosse, in qualunque stagione. Perché succede? Nessuno nella nostra famiglia ha mai sofferto di allergie né lui pare essere allergico a qualcosa…Roberta.

Cara mamma, l’iperreattività bronchiale o broncospasmo è un fenomeno caratterizzato da un esagerato restringimento dei bronchi che si verifica come reazione al contatto con qualunque agente si riveli per loro irritante. Può trattarsi di virus, di batteri, di acari, di polveri, quindi è un fenomeno indipendente dall’allergia in senso stretto. Quando compare il broncospasmo, l’aria passa con difficoltà dai bronchi ai polmoni, quindi la respirazione diventa difficoltosa e compaiono tosse stizzosa e un caratteristico sibilo. Comunemente si ritiene che  il broncospasmo sia dovuto sempre a un’allergia, ma non è vero: non sempre è così.    Questo significa che possono avere broncospasmo anche i bambini che non sono allergici né agli acari né ai pollini, che sono i frequenti responsabili delle allergie respiratorie, tant’è che il fenomeno può comparire anche in seguito a un raffreddore o a un’influenza, come di fatto avviene nel caso di suo figlio. Il broncospasmo non legato a un’allergia in genere si risolve gradualmente e  spontaneamente intorno ai 4-5 anni di età, mentre quello dovuto a un’allergia tende a prolungarsi più a lungo, per sparire però in circa il 70-80 per cento dei casi dopo la pubertà. Qualunque sia l’origine, il broncospasmo va controllato con broncodilatatori e preparati a base di cortisone, che deve ovviamente essere il pediatra da cui il bambino è in cura a indicare e prescrivere. Tanti cari saluti.

Commenti