apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Stipsi da “addio al pannolino”: che fare?

Stipsi da “addio al pannolino”: che fare?
Ho un bambino di tre anni e messo a cui ho tolto il pannolino da circa mese. Filippo è stato molto bravo all’inizio, ma poi ha cominciato a non fare più la cacca regolarmente come prima. E’ vero che esiste una “stitichezza da pannolino”, che non dipende dall’alimentazione ma da ragioni psicologiche? Con l’altra mia figlia, che da piccola soffriva di stitichezza, usavo il macrogol. Lei che ne pensa? Specifico che da quando gli ho tolto il pannolino non ho cambiato nulla nella sua alimentazione… Monica

Gentile mamma, non è raro che il bambino viva con difficoltà l’abbandono del pannolino e non è raro neppure che il suo temporaneo disagio si esprima proprio con la diminuzione delle scariche. Di solito tutto si risolve in fretta: ci vuole solo un po’ di pazienza, perché i bambini hanno bisogno di un po’ di tempo per adattarsi alle novità. Per quanto riguarda il macrogol, è un preparato che rende le feci soffici e, quindi, più facili da espellere. Va usato nei casi di stipsi importante e prolungata, caratterizzata da feci molto dure che il bambino espelle a fatica, con sforzo. Non mi sembra che sia così per Filippo, tuttavia se la situazione non dovesse sbloccarsi nell’arco di qualche giorno chieda senz’altro al pediatra se è consigliabile ricorrere al macrogol.

Commenti